Vogliounalternativa.it

12:09 5 Comments A+ a-

Più oggi che mai il mondo, e sicuramente io (non che mi senta il mondo, ma insomma, mi sento di rappresentare una piccola percentuale di giovani...), ha bisogno oggi di una visione differente delle cose, di un cambiamento, di una visione diversa delle cose, di un piano B, un modo per uscire da tutto, che sia la crisi economica o una delusione amorosa/accademica/ecc ecc, un'alternativa insomma. L'alternativa a volte sembra un piano fuori portata, un'utopia lontana, un paradiso tropicale dove non pensare più a niente se non quale protezione solare adoperare per non scottarsi... Bene, per me "un'alternativa" non è niente di tutto ciò. Per me avere un piano B è un po' avere una seconda possibilità, forse in ritardo, ma è fare del proprio meglio per non fallire di nuovo con le possibilità che si hanno, con le stesse potenzialità di prima, magari sfruttate meglio, perchè un'alternativa non è scappare, ma dare il massimo, dimostrare che, se "il piano A" è fallito, c'è sempre un risvolto della medaglia, sta a noi decidere di rendere il piano B un'esperienza positiva. Giusto appunto è nata l'iniziativa di Toyota che si chiama proprio vogliounalternativa.it. Di che parlo? E' un'idea brillante, un modo per condividere tutti i vostri escamotage per il piano alternativo, qualunque esso sia. In un momento storico come questo, dove non si sa se domani alzandoci troveremo le certezze della sera prima, dal lavoro a tutta la situazione politica-economica mondiale, la forza sta proprio nel cambiamento, portare avanti un'idea, farla diventare il proprio pilastro e condividerla con gli altri, conoscere altre idee, e altre persone. Per voi cosa un'alternativa in cosa consiste? Avete già un piano B? La cosa migliore che potete fare è dar voce al vostro spirito di rivoluzione e cambiamento condividendo la vostra esperienza e i vostri piani su vogliounalternativa.it, non si sa mai che ci si possa aiutare a vicenda raccogliendo tutto in un unico sito. Insomma, datevi una mossa, siate voi stessi il cambiamento.


Articolo sponsorizzato

5 commenti

Write commenti
Mareva
AUTHOR
11 dicembre 2012 19:20 delete

Sinceramente, per la mia vita, un vero e proprio piano B non ce l'ho. Ma mi re-invento all'occorrenza per cui tutto sommato è come averlo. Costantemente in cambiamento.

Reply
avatar
laprugna
AUTHOR
12 dicembre 2012 00:46 delete

Un piano B per la vita non riuscirei ad averlo neppure io, cioè odio fare progetti a lunghissima scadenza quindi figuriamoci. Il cambiamento costante è quello a cui ambisco, ma vivo di fasi di stasi, adesso per esempio, mmmh.

Reply
avatar
Mareva
AUTHOR
12 dicembre 2012 11:46 delete

Ciò che conta è che la stasi sia solo il momento precedente all'azione. E non una costante.

Reply
avatar
Angst
AUTHOR
12 dicembre 2012 21:48 delete

io ho solo l'alternativa al torrone bianco morbido: il torrone bianco duro.

Reply
avatar
laprugna
AUTHOR
13 dicembre 2012 01:41 delete

No dai, il torrone bianco è il male.

Reply
avatar