Consigli utili per la fine del mondo

20:02 laprugna 4 Comments

Ormai da svariati anni qualche intelligentone, che quella sera non aveva altro da fare, ha rivelato al mondo dell'esistenza di una profezia maya che annuncia la fine del mondo, prevista precisamente per il 21 dicembre 2012. Ok, lo so che non è proprio andata così ma era per farvi capire che, dalle Alpi alle Piramidi, dal Manzanarre al Reno (e probabilmente anche verso l'infinito e oltre), sanno di questa presunta apocalisse. Io dico: punti di vista. Sì, come ho sempre precisato sono un po' idiota, ma vi prego, ascoltate un po' il farneticamento di una che da tre giorni non esce di casa perchè sta escrementizzimamente. Già ieri il mondo di bimbiminkia, versione young e versione adult, che mi circonda mi ha tediato con la strabiliante storia del 12-12-12, roba che qualcuno ha avuto il coccolone quando ha postato su Instagram la foto delle 12:12, ma va beh, tralasciamo. Per me la fine del mondo è una grandissima, colossale, abnorme, tronfia, megasuperiper, trallallerotrallalà minchiata. Lo so, sono sempre elegante e delicata nell'esprimere concetti, come una vera unenne scaricatrice di porto (senza offesa per chi è scaricatore di porto, loro non sono grezzi come me), ma era per rendere da subito l'idea che per me non ci sarà nessun fungo atomico, il sole non si spegnerà e nessun maremoto inghiottirà casa mia (almeno, non tra qualche giorno), tuttavia mi devo preparare ad ogni evenienza (leggi: parare il culo) e dall'alto della mia furbizia pari a quella di Willy il Coyote mi sento di dover condividere con voi i consigli per un'eventuale fine del mondo. Prima di tutto parliamo della questione regali di Natale: avete colleghi, parenti, ecc ecc a cui dovete fare un regalo? Benissimo, un'idea originale è questa, vedrete come al prossimo Natale avrete regali in meno da fare e la vostra condizione economica vi sorriderà, sempre che, appunto, il mondo non vada a puttane Berlusconi style. Ma appunto se il mondo finisse, secondo voi, finirebbe del tutto? Forse ho visto troppe serie tv, e sono troppo innamorata di un futuro ricco di zombie e Rick Grimes, ma secondo me il nostro futuro (sempre ammesso che i Maya abbiano detto una non-cagata) è una cosa un po' simile a The Walking Dead. Se piano piano tutti diventassero mostri, scoppiasse una pandemia di qualcosa e ci dovessimo ritrovare tutti a vagabondare come carovane di sfigati, ricordatevi che:
Ricordate: fraternizzare con il nemico.
a) Non fatevi la morosa del vostro amico che presumete sia morto: se poi rispunta son dolori.
b) Niente prove di coraggio, tanto non si vince nessun premio e miss e mister zombie è un concorso che non riscuote tanto successo.
c) Fregacazzi dei dispositivi tecnologici e delle foto, lasciatele a casa, non hanno utilità, a parte l'uso a mo' di carta igienica. Insomma, mollate l'iphone, anche se non avete finito le rate, e smettetela di postare foto di zombie su instagram per caricarle come #instazombie.
d) Non fregatevene mai del prossimo, potrebbe avere una riserva di cibo nel suo bunker sotterraneo o essere uno dei concorrenti di Pazzi per la Spesa.
e) Ricordate sempre che gli zombie sono mostri conclamati, ma che gli uomini in situazioni di pericolo son più mostri dei mostri.
Probabilmente questo elenco, più stupido di qualsiasi altra cosa prodotta dall'uomo, vincerà il tanto agognato "Cazzomene Award", ma io vi ho avvertito. Comunque il mondo non finirà, se non altro perchè deve finire la terza serie di The Walking Dead, e noi non siamo pronti a morire senza sapere se Daryl Dixon morirà o no.

4 commenti:

  1. Roba che l'unica cosa che farò il 21 sarà mangiare di più del solito. Una carbonara. Con patatine fritte. E cheescake.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cheescake is for lovers e ti seguo a ruota.

      Elimina
  2. Io mi dico: e se ci han fregato e il mondo finisce, che so, il 23? Taaaac. Sarebbe fico. Un finale meraviglioso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me finirà il 24 mentre saranno tutti a sbafarsi il cenone, matematico.

      Elimina