Quello che non vi ricordate: EERIE, INDIANA (Gli acchiappamostri)

13:36 laprugna 2 Comments




Spesso e volentieri tutto quello che riguarda la mia infanzia sta nella stanza, abbastanza frequentata, del "mi ricordo tutto", ma poi succede che diventi grande e per far spazio ad una minchiata vista su twitter, metti nel ripostiglio cose importanti, tra queste c'è la serie di cui vi DEVO parlare. Tutti i bambini fighi avevano Tele +, io ero sfigata (OVVIO) e avevo Stream. All'inizio quindi non avevo Disney Channel e ripiegavo sul canale per ragazzi di Stream: Fox Kids, canale amato e odiato perchè alle 21 finiva e potevi solo andare a dormire. Tra le varie cose che mandava questo canale (quanto amavo La vita con Louie e Piccoli Brividi ❤) c'era "Eerie, Indiana" da noi inutilmente tradotto in "Gli acchiappamostri" (viva la fantasia). Essendo una bambina che aveva la Fabbrica dei Mostri, lettrice e spettatrice di Piccoli Brividi, per me fu un invito a nozze. La serie ruota tutta attorno al piccolo protagonista, Marshall Teller (Omri Katz, sì, quello di Hocus Pocus) che con tutta la famiglia si trasferisce di malavoglia a Eerie, una cittadina che fa molto David Lynch e Twin Peaks (ehi, ricordatevi di vederla entro il 2017 se non l'avete già fatto). Qui fa amicizia con l'unica persona mezza normale, Simon Holmes (Justin Shenkarow) e inizierà la sua avventura in questa città di matti in cui i cani parlano, ci sono fantasmi fighi interpretati da Tobey Maguire, esiste BigFoot, Elvis è vivo e altri misteri che i due cercheranno di risolvere. La serie è dei primi anni '90 e consta di solo 19 episodi.  Purtroppo in rete non sono riuscita a ritrovarli per rivederli, ma ho scoperto che qui, su ebay, li vendono in versione completa, in lingua originale, of course. Se volete farmi un regalo, molto gradito, già sapete.
Voi eravate nella casta dei bambini fighi e non sapete di cosa parlo? L'intro su yotube vi sarà sufficiente per capire che DOVETE procurarvi (ehi, anche a me!) questa serie. Presto vi farò sapere come quelli di Netflix faranno un'ordinanza restrittiva nei miei confronti perché li pregherò di acquisirne i diritti, stay molto tuned.

2 commenti:

  1. Me la ricordo bene! bellissimo ricordo. Esiste ora una serie simile, Stanger Thinks... ambientata anch'essa in una cittadina dell'Indiana e con altri dettagli simili, ma molto ben fatta rispetto alla nostra Eerie, che per la regia o anche i tempi, guardata con gli occhi di ora, sembra un bel fumetto. Nel cuore.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina