Previously on #Homeland: 5x04

15:06 laprugna 2 Comments




C'è vita oltre Homeland, ma da queste parti facciamo finta di no, dai. Vi potrei raccontare di tante cose, per esempio ho iniziato il corso di arabo, andrò ad un concerto bellissimo a Milano, ma questo è niente messo a confronto con la 5x04 di Homeland.
Visto che sono una brava persona, vi ricordo che sto per spoilerare la vita.
Sto per spoilerare, levatevi.
Dai, su.
Iniziamo.
Volendo fare una sintesi degli episodi 2 e 3, visto che del primo avevo già parlato qui , possiamo dire che la spedizione di Carrie in Libano non va come sperato, attentatone, inizialmente creduto nei confronti di Otto During, ma che poi si rivela essere un modo per uccidere la nostra beniamina. L'idea geniale è quella di smettere di prendere le medicine che la fanno sembrare una persona normale e iniziare a capire chi le stia dando la caccia. In tutto ciò verrà aiutata dall'utilissimo Jonas (?) che alla prima scusa (ti avevano solo rapito il figlio, sta calmo!1!1!!) se ne va e lascia Carrie impazzita nel bosco. Prima di tutto ciò, è doveroso menzionare un altro filone importante, quello di Peter Quinn (no, non solo perché è un figo). Del nostro zigomo-amico vediamo il suo modus operandi, cioè quella che è la famosa non - operazione che conoscono (AHAHAH) solo lui e Saul Stronsinson: uccidere degli obiettivi, i cui nominativi sono messi di volta in volta in delle cassette di sicurezza, in maniera "criptata" e per cui il poveraccio deve risolvere sette cruciverba, sei misteri della fede e quattro studi di funzioni per capire a chi si riferisca il prossimo omicidio. Il secondo episodio si conclude con un'immagine shock per tutti quanti: Quinn ha come prossimo obbiettivo Carrie. Da qui in poi posso dirvi che inizia Homeland come lo conoscevamo. Carrie senza medicine con un mega fucile in un bosco, Quinn che la rapisce e praticamente LA SALVA. Certo, vi pare che l'avrebbe uccisa? Tzè, la fa fingere morta, in una scena epica e le consiglia di scappare.
Siamo bellissimi, ma non saremo mai una coppia perché ShowTime è stronza.
OVVIAMENTE Carrie non è fessa, capisce subito che dovrà rinunciare alla sua vita, ma soprattutto a sua figlia e quindi BETTER CALL SAUL BELLO, ma proprio adesso iniziano i guai, Peter confessa che l'operazione è tutta opera di Saul, che sanno tutto solo loro due, quindi è lui che vuole Carrie morta, chiamarlo e fargli credere che lei sia ancora viva metterebbe solo a rischio la vita di BrodyFiglia, per cui, tra le altre cose, lei fa un video (ehi Franny, i tuoi genitori avevano il vizio di fare video a cazzo) in cui le spiega perché dovrà lasciarla. Lei, cvd, non ci sta e così Quinn capisce che fare il ragazzo alla pari per Carrie è proprio una rottura di palle, ma fanno giurin giurello: ti farò vedere che dopo che consegnerò la prova che sei morta, sarà Saul a venire a recuperarla e inserire il prossimo target. Si appostano, lei con la tipica parrucca improbabile, of course. Peter consegna la fakissima prova fotografica e mentre sta per tornare un macchina capiamo che qualcosa non va: il guardiano invia un sms, ricevuto da un russo a caso che si prepara la pistola. In mezzo secondo Quinn viene sparato, uccide il russo in macchina e Carrie lo recupera, ok, dopo aver fotografato e derubato il fu russo. L'altra storyline parallela è quella di Saul che fa l'Israele friendly e che s'improvvisa capo del mondo decidendo quale leader deve stare in Siria. L'operazione capo del mondo è coadiuvata dalla sua amante Eowyn del Signore degli Anelli (friendzonata della terra di mezzo) che si finge direttrice di una clinica dove un certo generale baffo deve fare operare la figlia. Il generale in questione dovrebbe diventare il nuovo leader siriano con l'appoggio della CIA e, suo malgrado, stringe un patto con Saul. Gli ultimi secondi dell'episodio mostrano questo simpatico gruppetto che si saluta prima di salire sull'aereo che porterà la famiglia baffo a casa, ma ovviamente:

La faccia da pesce lesso di Carrie non è dovuta al baffaereo, ma ad una chiamata piacevolissima che fa dal telefono del killer russo, all'unico numero in memoria: quello di quella bitch di Eowyn.
Il filone pallosissimo sul bordello hacker va un po' a puttane, Korzy che voleva fare lo splendido finisce ammazzato e il suo amico con la barba trova la ragazza morta a casa dell'amico, insomma, i russi in sto episodio hanno combinato il delirio.
Adesso la domanda è una: perché vogliono Carrie e Quinn morti? Saul lo sa? DarKazzal da gli ordini? Perché non capisco mai niente dai promo? Ai posteri l'ardua sentenza e stay tuned for the next episodes che commenterò con estrema eleganza e serietà, come mi compete.

2 commenti:

  1. Madonna, mi fai morire! Quanto é stato bello sto episodio. Quando Quinn dice a Carrie: "PLAY FUCKING DEAD" ahahahah :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho adorato quel pezzo ahahah, secondo me sono una coppia fantastica, Quinn mi fa quasi dimenticare Brody :D

      Elimina