Lasciate stare (la panza di) Johnny Depp

17:34 laprugna 0 Comments




Uno dei miei primi ricordi in assoluto è un vhs, prestato da un'amica di mia madre, di Edward mani di forbice. Era il 1996 e avevo circa 5-6 anni e l'ho visto. Me ne sono innamorata, ogni volta che avevo del polistirolo a disposizione me lo lanciavo in testa per essere come Kim quando Edward comincia a scolpire la statua di ghiaccio, facevo la stupida e imitavo Edward con le forbici (rigorosamente dalla punta arrotondata, Albero Azzurro e Scatolone Fabbricone docet) e sognavo di avere sculture di cespugli della mia futura casa. Da lì, ogni volta che vedevo un film con Johnny Depp io stavo lì, con gli occhi sognanti, anche se ero piccola e non ci capivo un cazzo. Crescendo, con l'avvento di internet e della scoperta dei fansite con le gallery (fangirl di oggi, voi non siete niente) ho cominciato a tappezzare la mia stanza con foto del mio beneamino e comprando ogni dvd di ogni suo film, anche quelli in cui compariva per sbaglio. Parallelamente ho cominciato la fissazione per Tim Burton (che continua ancora oggi), ma di questa ne parleremo un'altra volta. Tornando a noi, prima ancora di considerare Johnny un figone, l'ho sempre immaginato come un ribelle, uno che se ne fotte e uno che magari non era così scontato e banale come tanti altri attori. Certo, è un attore di Hollywood, strapagato, straricco, magari pure straviziato, ma oh, io la sua aria da "non rompetemi i coglioni" l'ho sempre adorata, MA ORA.



L'abbiamo visto tutti a Venezia, con la panzetta, i capelli sporchi e i denti d'oro. Io in proposito mi sono posta un solo quesito: ma prima lo guardavate per bene? Quando mai Johnny Depp si è lavato i capelli di sua spontanea volontà? Ha fatto un film in cui è ingrassato, quindi? I denti d'oro li ha da sempre, quindi? 

Tenetevi sta panoramica, oh.
Io piuttosto l'ho un po' odiato quando ha lasciato Vanessa Paradis, madre dei suoi figli, per sposarsi con Amber Cosa che mi ispira tanta antipatia. Un uomo che ingrassa, per un film e non riesce a perdere peso il giorno dopo, perché magari ha 50 anni lo ritengo normale. Uno che ha i denti posticci e non li vuole cambiare, nonostante ne abbia la possibilità, mica lo giudico. Sulla questione pulizia, saranno cazzi suoi perché, dai, se non si scompone sua moglie. Non è un'apologia, per carità, è che siamo i primi a difendere corpi "normali", ma siamo anche in poleposition quando una celebrità si sfonda di junk food. La letterina in inglese maccheronico è pure simpatica, ma a 'na certa, basta. Per me, Johnny Depp è una di quelle persone che anche diventando la controfigura di Platinette rimarrebbe fighissima, perché sono le sue imperfezioni e la sua aria perennemente scazzata che lo rendono affascinante, poi mettiamoci tutti i film in cui fa lo stramboide, insomma, lui è questo, quando voglio vedere un palestrato (anche bravo) guardo Charlie Hunnam, così, giusto per non parlare sempre di cose che riguardino Sons of Anarchy.

0 commenti: