Come ci poniamo: i cd di seconda mano

15:38 4 Comments A+ a-

Stranamente non vi parlerò di telefilm. In realtà ho già un post in testa per narrarvi del mio winter telefilmico che is coming, ma per oggi vi risparmierò, promesso. Visto che non parlo di una delle mie due fissazioni, parlo dell'altra, ovvio. Da qualche mese, avventurandomi meglio nei meandri di Amazon, ho scoperto un simpaticissimo fenomeno, ovvero quello della gente pazza che vende cd praticamente nuovi a pochissimi euro per far felici le ragazze fissate e poverelle come me. Detta in termini meno astrusi, ho scoperto dopo anni di acquisti in cui il rivenditore era il signor Amazon in persona, il mondo degli altri rivenditori. Avete presente quando sotto il prezzo dell'oggetto dei vostri desideri (spesso) c'è scritto "nuovo e usato a partire da..." seguito da un prezzo bellissimo, ma che, ahimè, io non avevo mai notato? ECCO. Qualche mese fa, quando ancora la mia postepay non era vuota, ho colto l'occasione e, felice di questa scoperta, ho quasi completato la discografia dei miei amorevoli Radiohead. Con la modica cifra di nemmeno sei eurI ho comprato tre album. Dove sta l'inganno? Sulla carta questi cd risultano "usati". Non so se la fama del mio account Amazon mi preceda o se ho semplicemente ho avuto fortuna, ma tutti gli album che ho comprato sono praticamente nuovi. Certo, sono appartenuti a non meglio identificati inglesi o tedeschi, ma chissene? Ieri ho addirittura trovato un album dei Travis a 1 centesimo, capite che non potevo lasciarlo lì e l'ho comprato, eh sì. Se le condizioni sono queste, cioè cd in ottimissimimissimissimo stato, tanta resa e poca spesa direi che d'ora in poi, eccezion fatta per le nuove uscite che devo avere subito, gli acquisti musicali si possono fare anche così. Se voi avevate già tratto queste conclusioni, non mi odiate, grazie. Posso fare a meno di scartare la plastica trasparente che avvolge un cd nuovo se questo mi consente di comprarne tre al prezzo di uno, non lo dico per tirchieria, ma ultimamente compravo pochissimi cd per mancanza di risorse monetarie, questo mi sembra un buon compromesso. Adesso, mi chiedo: voi, come vi ponete di fronte ai cd di seconda mano? Siete i puristi del cd nuovo? Vi fa schifo pensare che la gente si sia scaccolata mentre ascoltava The Bends? Fate sapere alla Prugna Pagnoncelli, ho bisogno di opinioni per far un bellissimo grafico a torta.

4 commenti

Write commenti
19 ottobre 2013 18:36 delete

Sei una brutta persona. Te l'avevo detto io e non mi hai manco citato nella biografia della tua life!

Reply
avatar
Mareva
AUTHOR
25 ottobre 2013 13:11 delete

Io amo il termine "seconda mano". Fonte di gioia immensa!

Reply
avatar
Tony
AUTHOR
1 novembre 2013 18:32 delete

Alla torta non si resiste. Se al prezzo di un nuovo trovo tre usati non ci penso due volte. Su amazon non avevo ancora comprato usato, in genere ai mercatini (pinetina) qualcosa trovavo. Peccato che i miei desideri sono sempre i più costosi, anche di seconda mano!

Reply
avatar
Misantrophia
AUTHOR
8 novembre 2013 20:50 delete

Dio, sono anni che non mi compro un cd D:

Reply
avatar