12000 parole

12:50 laprugna 0 Comments

Mi devo impegnare. Vedere il mio blog alla deriva del nulla mi fa star male. Sì, basta così poco. Salve, sono Giorgia e non so mantenere un impegno neanche con me stessa. I livelli di benessere o di malessere della mia esistenza sono cose con cui cerco di discolparmi, per cui stavolta dirò solo che essendo quasi tutti i giorni in università mi scazzava parecchio scrivere. Moltissimo. E' che ho capito che se è un periodo di merda, scriverne, mi fa pensare a tutti i dettagli in maniera minuziosa, quindi NO. Se il periodo è bello, beh, che devo scrivere? Insomma, secondo questa logica acazzo, non dovrei scrivere mai. Molti di voi sarebbero felicissimi di ciò, la scrittrice fallita che vive nella mia testa un po' meno. Detto ciò, hey oh let's go, e inventiamoci qualcosa che m'impegni almeno una volta la settimana. Una sorta di rubrica dei poveri. Visto che vi ammorbo dicendo che sono tutta musica-libri-film/telefilm, questa volta, ve lo dimostrerò. Pensavo (ODDIO) che magari in un giorno random della settimana potrei scrivere (consigliare mi pare troppo, io scrivo, poi fate quel che vi pare) di tre cose: un album (non di questi, intendo un cd, un lp, come menghia volete chiamarlo), un libro e o un film o un telefilm. Quindi, presto, preparatevi. Magari con la scusa dell'impegno potrei scrivere con più costanza, illudiamoci. Spero di non diludervi. Per altro? Niente, la pru-life è sempre la stessa da un po', seguo una materia in cui seguono solo altre due persone e sono molto felice, ovviamente solo perchè c'azzecca poco con giurisprummerda ed è insegnata dal mio ex prof di informatica che è un ingegnere, insomma Pasqua. Il mio programma di studio è fermo da quando ho fatto esami, studio poco e male, cosa non molto producente, soprattutto a fronte di eventuali ricatti nei confronti dei miei se vorrò muovere il muso da casa mia per un po' in estate. Io auspico a tre esami, al solito ne farò solo uno ("l'ottimismo è il profumo delle ascelle" cit. andre30111), ma io auspico. Le feste sono trascorse tranquillamente, con poche uova di Pasqua e molta influenza, la solita fortunella. La mia vita sentimentale va a gonfie vele, soprattutto da quando mi sono fidanzata con Thom Yorke, siamo una coppia molto affiatata, lui ha l'occhio per le tipe giuste, sì, l'occhio pigro.
E il resto? Eh boh. Ho un progetto, molto molto molto segreto, robe che se dovesse andare in porto (MA FIGURATE!) potrebbe cambiare, sicuramente, i miei prossimi 2-3 anni, ma sono sfigata e rassegnata al fatto che una cosa del genere non capiterà a me. Dopo che avrò concluso il progetto - tecnicamente - potrei anche parlarvene, a patto che non lo diciate ai miei, che forse mi diserederebbero, ma pazienza. Ci separano 12000 parole però, insomma, ho poco tempo e tante parole da dire, prima. Vedremo. Vi terrò aggiornati. Adesso vado a godermi la giornata di festa, non si sa mai che domani me ne spunti con un post di consigli inutili.

0 commenti: